Il principale obiettivo del progetto CIPROMED è di incrementare la stabilità e la resilienza dei sistemi di produzione agroalimentare mediterranei attraverso lo sfruttamento diretto delle colture tradizionali di produzione locale, nonché valorizzando le proteine provenienti dai derivati agro-industriali generati localmente (ad esempio trebbie di birra e panelli di semi oleosi), ed il riciclo e la bioconversione dei loro residui di estrazione in proteine prodotte da insetti, legumi, microalghe e processi fermentativi per essere ulteriormente utilizzate nei settori dell’agroalimentare e della mangimistica.

CIPROMED utilizzerà un approccio multi-attore, dove gli insetti e le microalghe saranno prodotti sfruttando i residui agroindustriali e i sottoprodotti di estrazione come substrati di crescita e applicando tecniche innovative di allevamento e coltivazione per ottenere rese proteiche più elevate. Per chiudere il cerchio, le feci degli insetti saranno utilizzate come fertilizzanti per il suolo per la produzione di legumi (lupini e fave). Gli ingredienti proteici di elevata qualità derivati da residui agroindustriali, insetti, legumi e microalghe saranno estratti per applicazioni alimentari e nei mangimi attraverso processi di estrazione economicamente ed ambientalmente sostenibili.

Per raggiungere la circolarità, i residui generati dai processi di estrazione saranno integrati in diete formulate per l’allevamento di insetti e la coltivazione di microalghe, minimizzando le quantità residue di scarto. La fermentazione microbica sarà utilizzata per migliorare la gamma, la stabilità e le funzionalità salutistiche delle nuove proteine.

LEGGI DI PIÙ

Tutti gli ingredienti proteici saranno completamente caratterizzati, in termini di:

Valore Nutrizionale
Funzionalità
Proprietà Biologiche
Sicurezza

Sulla base dei risultati ottenuti, i nuovi prototipi di alimenti e mangimi contenenti i nuovi ingredienti proteici saranno formulati e validati utilizzando tecnologie di trasformazione avanzate ed ottimizzate.

OBIETTIVI

OBIETTIVI SPECIFICI

Sviluppare i protocolli per nuove filiere di valore per la produzione di proteine basate su colture agricole ricche di proteine, insetti, microalghe e sottoprodotti agroindustriali prodotti nei paesi partecipanti.

Valutare i protocolli dell’allevamento degli insetti e la coltivazione delle microalghe eterotrofe (Galdieria sulphraria) mediante sottoprodotti per produrre una biomassa ad alto contenuto proteico.

Sviluppare le migliori condizioni per la produzione massiva all’aperto di biomassa di microalghe autotrofe (Chlorella sp.) ad alto contenuto proteico utilizzando gas combustibile di una centrale elettrica come fonte di CO2

Ottimizzare e definire metodologie tecnologiche avanzate di estrazione, stabilizzazione e conversione per ottenere ingredienti proteici per applicazioni in alimenti e mangimi ad ampio spettro.

Integrare i residui dell’estrazione proteica nell’allevamento di insetti e nella coltivazione di microalghe eterotrofe ed ottimizzare le procedure per allevare gli insetti e coltivare le microalghe (auto- ed eterotrofe) al fine di ottenere ingredienti proteici per gli alimenti umani, ed i mangimi acquatici e terrestri (pollame).

Caratterizzare completamente i tratti sensoriali, nutrizionali, tecnologici, funzionali e di sicurezza ed i fattori anti-nutritivi degli ingredienti con lo scopo di migliorare le filiere di valore dei prodotti alimentari e dei mangimi.

0 1 Estrarre ingredienti proteici di alta qualità per gli alimenti e i mangimi da sottoprodotti agroindustriali, insetti, legumi e microalghe utilizzando processi sostenibili. Produrre insetti e microalghe utilizzando tecniche innovative per incrementare la produzione di proteine e ridurre gli sprechi. 0 3 Caratterizzare tutti gli ingredienti proteici in termini di valore nutrizionale, proprietà funzionali e biologiche e sicurezza. 0 4 Formulare e validare nuovi prodotti alimentari e mangimi utilizzando tecnologie di processo avanzate. 0 5 Condurre prove di alimentazione con animali e pesci per valutare gli effetti dei nuovi ingredienti proteici. 0 6 Condurre studi clinici sull’uomo per valutare l’impatto degli alimenti contenenti nuove proteine sulla salute e la sicurezza. 0 7 Dimostrare la sicurezza, la conformità normativa e la sostenibilità dei processi e dei prodotti attraverso analisi ambientali. 0 8 Integrare i dati di sostenibilità in una piattaforma di eco-design per migliorare le caratteristiche socioeconomiche dei sistemi di produzione agroalimentari mediterranei. 0 9 Valutare gli atteggiamenti del consumatore e le aspettative del gusto per i nuovi prodotti alimentari attraverso sondaggi e degustazioni sensoriali. 1 0 Indagare gli atteggiamenti psicologici, cognitivi ed emotivi e le risposte verso il nuovo cibo utilizzando valutazioni psicometriche esplicite ed i mplicite. 0 2 METODOLOGIA

IL PROCESSO CIPROMED

agroindustriali Sottoprodotti Lavorazione Degli Alimenti Residui Industriale C02 CO2 Escrementi di insetti Insetti Alternative PROTEINE Microalghe Legumi RESIDUI Nuove tecnologie di lavorazione Nuovi ALIMENTI Nuovi MANGIMI